Diario di una rompiballe senza arte nè parte: una valvola di sfogo contro il logorio della vita moderna per me che non bevo il Cynar


mercoledì 25 giugno 2008

La quarta corsia come strumento propedeutico per il viaggiatore occasionale

13 marzo 07
Questo week end sono andata a Udine a trovare i miei genitori. Nel tratto autostradale Modena-Bologna è in corso la realizzazione della quarta corsia.
Ora, premettendo che il viaggiatore occasionale considera (erroneamente) la corsia di destra quella dei camion, la centrale quella per le auto e la sinistra quella per le auto veloci, come si porrà tale viaggiatore di fronte ad una nuova corsia?
Egli verrà preso dal panico? O come si fa nella giungla si adatterà trovando un sistema per sopravvivere davanti a questa atroce calamità?
Prevedo il futuro. Ci saranno due scuole di pensiero:
-chi considererà la quarta corsia una seconda corsia di emergenza... un pò meno di emergenza tipo che ti scappa la cacca e devi raggiungere subito un autogrill;
-chi considererà la quarta corsia una corsia molto più veloce della terza, una sorta di preparazione al futuro che avanza, una sorta di "Tav automobilistica" e sulla quale poter raggiungere velocità sempre maggiori, senza avere bisogno delle capacità intellettive per farlo.
Sono aperta a nuove scuole di pensiero e lascio a voi la migliore interpretazione.

Nessun commento: