Diario di una rompiballe senza arte nè parte: una valvola di sfogo contro il logorio della vita moderna per me che non bevo il Cynar


lunedì 30 giugno 2008

Moto Gp...orco

Una domandina buttata lì: come mai nei programmi del Moto Gp le parolacce e le bestemmie son concesse? Qualcuno lo sa? No, perchè ieri l'altro mi "pare" di averne sentite un paio, e di certo non era la prima volta.
Io non sono una santa, le parolacce scappano anche a me, e molte, ma a me al massimo mi sentono un paio di persone non 4 milioni come per la trasmissione di Meda e Reggiani.
Capisco la diretta, capisco il clima di goliardaggine che accomuna gli appassionati, però davanti alla tv ci sono anche i bambini, e comunque bambini o non, la tv dovrebbe mantenere un tono più distaccato e corretto, per lo meno da parte dei conduttori. Invece pare che non gliene freghi più di tanto, forse ci marciano pure sul fatto che una parolaccia fa più simpatico e rende meglio l'idea. Accendere la tv quando ci sono loro è come entrare al Bar sport e ascoltare di straforo cosa ne pensano due qualsiasi della gara, questo almeno per me.

Nessun commento: