Diario di una rompiballe senza arte nè parte: una valvola di sfogo contro il logorio della vita moderna per me che non bevo il Cynar


mercoledì 25 giugno 2008

Stralci di vecchio blog

23 maggio


CATENE DI S. ANTONIO E STRUTTURE A PIRAMIDE
Mi riferisco a quelle pseudo-società che ti promettono di fare i miliardi e di cambiare finalmente la tua vita. Parlando con mia sorella sono venuta a conoscenza dell'ennesima società che, guarda caso, ricerca giovani proprio perchè, secondo loro, sono più attivi e propositivi.... mentre sappiamo tutti che contano sull'inesperienza e sulla cultura del "tutto e subito" che molti giovani hanno oggi. In genere ti invitano ad una riunione promettendoti grandi guadagni senza specificare come. Te li trovi lì davanti, tutti spavaldi e incravattati con abito scuro, a volte in sottofondo c'è una musica molto energica, di quelle che si sentono in discoteca. E la serata inizia con una filippica sul come tu stia buttando la tua vita quando la svolta è così semplice e proprio dietro l'angolo. A volte pubblicizzano un prodotto solo (tipo la Tucker), altre una serie di prodotti, come faceva la Amway ai miei tempi e credo faccia tuttora. Dopodichè ti spiegano come puoi fare i soldi, disegnandoti una struttura a piramide, dove il tuo scopo, è arrivare più in alto possibile e negando, anche davanti all'evidenza, che sia l'ennesima catena di s. antonio. Anni fa, è stato proposto anche a me di partecipare ad una di queste serate, ma essendo a conoscenza di come funzionava la cosa sono andata solo per curiosità. Alcuni dei miei amici ci sono purtroppo cascati, io prendendoli in giro, gli ho detto di farmi sapere quando avrebbero raggiunto il primo miliardo così magari avrei cambiato idea, ma non si sono mai fatti sentire in quel senso e so per certo che fanno ancora tutti lo stesso lavoro di prima.... nessuna scalata quindi. Me li immagino davanti ai loro parenti a supplicare di comprargli qualcosa Il bello è che hanno tentato in tutti i modi di convincermi, dandomi anche una cassetta da ascoltare che credo fosse la voce del "guru" della società che imboniva i poveri malcapitati di turno.
Ora, siccome noto, che col passare degli anni certe situazioni non cambiano come mai nonostante sia palese la presa in giro, certe persone, anche di una certa età, ci cascano con tutte e due le scarpe?

Nessun commento: